Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.

Cliccando su OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori Informazioni

Ettore Majorana.

Ettore Majorana è stato un fisico italiano.
Operò principalmente come teorico della fisica, le sue opere più importanti hanno riguardato la fisica nucleare e la meccanica quantistica relativistica, con particolari applicazioni nella teoria dei neutrini.

L’Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore Majorana di Martina Franca.

Un istituto d'Istruzione Secondaria Superiore è un tipo di scuola che indirizza lo studente verso lo studio applicato e pratico della tecnica.
La tecnica, concepita come l’uso logico ed appropriato di strumenti per ottenere un risultato date delle premesse, è la caratteristica comune del percorso formativo di un Istituto tecnico.

trisIl “tris”.

Il tris è un popolarissimo gioco di carta e matita astratto a informazione perfetta. Si gioca su una griglia quadrata di 3 x 3 caselle. A turno, i giocatori scelgono una cella vuota e vi disegnano il proprio simbolo. Vince il giocatore che riesce a disporre tre dei propri simboli in linea retta orizzontale, verticale o diagonale. Il gioco viene spesso utilizzato come elemento pedagogico per spiegare la teoria dei giochi e le basi dell’intelligenza artificiale. Si tratta infatti di un gioco ad informazione perfetta a somma zero, di cui si conosce la “strategia perfetta”, ovvero l’equilibrio di Nash. Poiché il numero di possibili situazioni è estremamente ridotto rispetto ad altri giochi, scrivere un programma per computer che gioca perfettamente a tris, senza mai perdere, è un compito alla portata di qualsiasi studente di programmazione. Il tris è stato infatti il primo gioco della storia a essere giocato da un computer; il programma era OXO, sviluppato per il computer EDSAC (1952).

Il marchio.

È stato proprio il tris ad ispirare la realizzazione del marchio; dall’intersezione di due griglie si ottiene un simbolo emblematico.
Oltre a derivare dalla griglia di base di un semplice gioco comune a tutti (e giocato fra i banchi di scuola), ricorda immediatamente una rete. Ed è proprio quello a cui l’Istituto ambisce, creare una rete, uno scambio di conoscenze ed esperienze che arricchiscano il bagaglio culturale e professionale di ogni studente.
Graficamente il segno si protrae verso l’alto, segno di crescita e sviluppo. La struttura non è rigida o spigolosa ma con angoli arrotondati proprio per mantenere il giusto equilibrio fra professionalità e sperimentazione.

L'INTERSEZIONE

 intersezione

IL MARCHIO  

LOGO IISS