Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.

Cliccando su OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori Informazioni

Con un progetto di “alternanza scuola-lavoro” si è conclusa con successo un'attività di individuazione e catalogazione di circa 100 siti di discariche abusive.

L’ambiente è parte di noi. Anzi, l’ambiente siamo noi. L'unicità del nostro territorio viene attaccato, tuttavia, da un progressivo degrado dell'ambiente imputabile soprattutto alle diffuse forme di inciviltà e inconsapevolezza di alcuni cittadini che, nonostante le politiche positive di chi ci governa, continuano ad abbandonare nell’agro rifiuti di ogni genere. Con il coordinamento dell'assessore all'ambiente, dott. Stefano Coletta, e del perito agrario, tecnico del Comune di Martina Franca: Antonio Raguso, noi, alunni della 3^ classe, chimico-ambientale, dell'IISS "Ettore Majorana", nell'ambito del progetto di "alternanza scuola-lavoro" da noi denominato ”Discariche abusive? Mi rifiuto!” abbiamo avviato un'attività di individuazione e catalogazione di circa 100 siti di discariche abusive presenti in tutto l'agro.

Dopo aver realizzato una geo mappa nella quale abbiamo individuato i siti da censire, cinque gruppi di ragazzi della nostra classe, si sono alternati per il lavoro di ispezionamento, accompagnati dai tutor esterni che ci hanno fornito dispositivi di protezione individuali come mascherine e guanti, nonché schede sinottiche utili alla catalogazione dei dati relativi ad ogni sito. In seguito, nella sede dell'associazione "Martina 3", abbiamo catalogato e confrontato i dati raccolti. Infine, nel nostro laboratorio scolastico di chimica, abbiamo analizzato i campioni di terreno prelevati durante la fase di censimento per verificare l'eventuale impatto di metalli pesanti e/o fibre di amianto diffusi nell'ambiente circostante.

Alternando lavoro e divertimento, siamo arrivati alla fine di questo nostro progetto con la presentazione della nostra entusiasmante esperienza, condivisa con i nostri tutor, alla seconda edizione dell’Ecofestival. In mano stringiamo il credito formativo, arricchito da queste giornate “lavorative” coscienti di aver contribuito a catalogare circa 100 siti di discariche abusive. Dopo aver vissuto questa esperienza siamo ancora più consapevoli che ogni anno vengo sborsati decine di migliaia di euro pubblici per bonificare queste inciviltà. Questi fondi potrebbero essere usati sicuramente in modo più soddisfacente per il bene pubblico. Basta poco: tenere la nostra città pulita e sana per le prossime generazioni, facendola conoscere come una delle principali mete turistiche pugliesi e non come luogo di accumulo scriteriato di rifiuti. La nostra terra è la nostra casa. Lasciamola più pulita di come l’abbiamo trovata. Se vogliamo cambiare il mondo non serve lamentarsi basta lasciare un segno per i prossimi che verranno.

Gli alunni della classe 3^ A chimica ambientale

Materiale prodotto: 

Video

- Catalogazione materiale

- Foto

foto 1A. amianto foto 1B.depositi scriteriati

Foto 1A e 1B due dei tanti depositi abusivi di amianto abbandonato lungo le nostre strade di campagna.

 

foto 2.Coletta con alcuni alunni durante i sopralluoghi

Foto 2 il tutor Stefano Coletta con un gruppo di alunni durante i sopralluoghi.

 

foto 3.Il tutor Antonio Raguso guida un altro gruppo di studenti

Foto 3 il tutor Antonio Raguso guida un altro gruppo della classe.

 

foto 4.ancora Coletta ed altri alunni in perlustrazione.

Foto 4 un altro sito abusivo con rifiuti abbandonati, nascosti sotto la vegetazione.

 

foto 5.FAbio Oliva in laboratorio durante l'analisi dei campioni di terra prelevati.

Foto 5 l’alunno Fabio Oliva, in laboratorio scolastico durante l’analisi dei campioni di terra prelevati durante le perlustrazioni.

 

foto 6 partecipazione all'ecofestival

Foto 6 lo stand del Majorana all’Ecofestival, dove è stato presentato il progetto sulle discariche.

 

FOTO 7.coletta.ecofestival

Foto 7 Coletta durante il suo intervento sulle discariche all’Ecofestival, con gli studenti del Majorana, compresi gli alunni della 3^ A liceo che hanno partecipato con un altro progetto di alternanza scuola-lavoro, sull’ambiente.