Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.

Cliccando su OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori Informazioni

Il progetto, “Attori alla ribalta”, è partito dall’idea di offrire agli alunni nuovi campi operativi ove raccontare e raccontarsi, usando forme espressive nuove. Forme suggerite da un copione da interpretare e da studiare nel rispetto di chi l’ha scritto, ma anche con l’intento di contestualizzarlo in luoghi e tempi presenti. Un lavoro che ha richiesto un impegno notevole vista la peculiarità della vicenda da narrare e la levatura del suo autore. Il riferimento è all’indimenticabile Eduardo De Filippo e alla commedia da lui scritta, intitolata: “Amicizia”(Atto unico). Una commedia ricca di simulazioni e di intrecci in continua trasformazione, le cui dinamiche vengono chiarite a termine della stessa, lasciando il pubblico in vigile ascolto per scoprirne i risvolti conclusivi. La costruzione di questa impostazione in continuo divenire, ha richiesto, da parte della referente del progetto nonché direttore artistico, prof.ssa Antonella Caramia, un’attenzione particolare nell’aiutare gli attori a individuare la modalità giusta per dare voce al testo. I molteplici aspetti da curare sono stati: l’intonazione della voce, l’espressione del viso, la gestualità adeguata, la sintonia nei dialoghi, l’acquisizione di un linguaggio appropriato, l’aderenza al personaggio e alle esigenze sceniche di regia, oltre che l’abilità e la padronanza dei movimenti da gestire sul palco in presenza di un pubblico che partecipa allo sviluppo dei dialoghi. Un’operazione complessa che ha ottenuto, comunque, ottimi risultati, considerando l’entusiasmo con il quale gli alunni: Marangi Graziana nei panni di Carolina Ciaccia, Ligorio Donato nei panni di Alberto Califano, amico di Bartolomeo Ciaccia, e di Giorgino Antonio nei panni di Bartolomeo Ciaccia, hanno partecipato al progetto. L’alunno Ligorio Donato, così come da copione, ha interpretato contemporaneamente altri personaggi: zia Matilde, Lorenzo Botta(il Carabiniere), Jon(soldato di colore, conosciuto da Bartolomeo dopo la Liberazione) e, infine, Antonio Covone(il notaio). Gli alunni citati, si sono confrontati con dinamiche relazionali diverse in riferimento ai ruoli dei personaggi da interpretare, assumendo comportamenti rispondenti agli stessi, con una naturalezza tale da suscitare l’apprezzamento dei presenti. Ad animare il tutto, hanno contribuito i ripetuti travestimenti che il personaggio Alberto Califano ha dovuto sostenere per compiacere il suo caro amico Bartolomeo. Valido è stato anche il contributo dell’alunno Antonio Minardi che, con la guida della docente di sostegno prof.ssa Ciardo Carmela, ha interpretato la parte dell’infermiere sempre pronto con le medicine a curare il povero Bartolomeo Ciaccia ormai in fin di vita. Insomma, una commedia divertente nella sua ambientazione, ma significativa nel contenuto dal momento che quel rapporto di amicizia si è poi rivelato un meschino gioco di ruoli. La festa di Primavera, tenutasi presso l’IISS “E. Majorana” di Martina Franca, il 19 maggio, è stata un’occasione propizia per condividere questa esperienza con quanti hanno raccolto l’invito e risposto positivamente all’iniziativa proposta dalla scuola in qualità di ambiente di apprendimento in relazione con il territorio. Da non dimenticare tra gli altri, gli alunni: Lacarbonara Mariapia, Ciafardini Loris , Caliandro Elsa e Marangi Marco che, con il loro contributo, hanno reso possibile la visione di immagini, la base musicale e la iniziale presentazione al pubblico della Commedia. Altri alunni hanno partecipato dietro le quinte, improvvisandosi tecnici, costumisti, arredatori al fine di rendere la rappresentazione godibile e fedele alla struttura voluta dal suo autore. Di notevole supporto alla riuscita del progetto, è stata la prof.ssa Rosa Barratta , la quale ha collaborato con la referente del progetto, prof.ssa Caramia Antonella, con l’intento di trovare nel confronto un modello da seguire nella realizzazione di un progetto che sia formativo prima ancora che didattico. Che dire…al prossimo sipario!!!
Le proff. Antonella CARAMIA e Rosa BARRATTA

 Locandina

"Locandina"  realizzato dall'alunno Minardi Antonio con Marangi Marco e Tommy di Leo

01

02

03

04

05

06

07