Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.

Cliccando su OK, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookies. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori Informazioni

Grande successo dell’IISS “Majorana” al Festival dell’innovazione” tenutosi a Bari dal 21 al 23 maggio scorso. Il progetto Hand-joy, dell’ideatore Francesco Bruno, alunno della 4BT liceo, nella sua versione completamente autoprodotta in istituto con una stampante 3D, ha riscosso ancora consensi tra i visitatori della manifestazione.Foto 1 (fonte repubblica.it): Francesco Bruno mostra la sua creazione ai giovani visitatori alla mostra di Bari.

Foto 1 (fonte repubblica.it): Francesco Bruno mostra la sua creazione ai giovani visitatori alla mostra di Bari.

Il valente alunno, coadiuvato dal prof. Crescenzio Marzano, in pochi mesi ha perfezionato il precedente prototipo in mostra alla fiera di Verona lo scorso novembre, realizzando una vera e propria protesi del braccio. Un utile dispositivo a basso costo per soggetti che hanno perso l’uso di un arto superiore, permettendo loro i più basilari movimenti quali: la presa di oggetti e la rotazione del polso, grazie al semplice controllo muscolare.

Ma il clou della “tre giorni” a Bari ha visto protagonisti altri tre alunni del “Majorana”, Carriero Davide, Perta Andrea e Plantone  Francesco, studenti dell’indirizzo elettrotecnica- elettronica, i quali hanno realizzato, con la supervisione del prof. Fedele Martucci, docente di elettronica, un altro progetto innovativo, finalista al concorso “Start Cup under 18”, promosso dalla Regione Puglia. “Il progetto, presentato dal nostro istituto tra le decine di scuole pugliesi – esordisce il prof. Martucci - ha tradotto un’idea nata tra i banchi di scuola in un dispositivo elettronico innovativo, denominato “Easy-vision”, che permette di rilevare la presenza di ostacoli e ne segnala acusticamente la presenza. Tale dispositivo si può applicare sulla cuffia dei nuotatori per facilitarne la virata, sul bastone o sugli occhiali dei non vedenti, per garantire loro una deambulazione più sicura. Ma la più grande soddisfazione – continua il prof Martucci - è stata la partecipazione alla manifestazione che ha selezionato le migliori idee innovative da proporre ad una commissione composta dai Giovani Imprenditori di Confindustria Bari-Bat e Camera di Commercio di Bari.

Foto 2

Foto 2:  il prof. Martucci all’ingresso dell’Auditorium Valissa, Camera di Commercio di Bari con gli alunni progettisti di Easy-vision, per la premiazione.

Foto 3

Foto 3: gli alunni Davide Carriero, Andrea Perta e Francesco Plantone, alle prese con gli ultimi ritocchi alla presentazione del progetto alla Camera di Commercio di Bari.

I nostri alunni si sono confrontati con altri studenti pugliesi in un workshop tenuto dagli ing. Sirio Vurro e Joe Petillon, entrambi esperti di Start Up e Innovazione, con preziosi consigli su come fare imprenditoria giovanile.” Vivo compiacimento esprime la dirigente Anna Caroli, ancora una volta alla guida della folta delegazione di studenti e docenti del suo istituto che continua a distinguersi, sul territorio e a livello nazionale, per l’attenzione all’innovazione tecnologica. ”Anche quest’anno – commenta la dirigente Caroli - non potevamo che concludere in bellezza l’anno scolastico con altri riconoscimenti all’estro dei nostri ragazzi, incoraggiati da docenti che credono fortemente e promuovono la didattica del “fare” nelle loro classi-laboratorio, motivando gli studenti a mettersi alla prova e a diventare protagonisti attivi e produttivi in quelle che più che lezioni tradizionali sono diventate vere e proprie “avventure didattiche” che si traducono nel tempo in concreti progetti e puntualmente riscuotono apprezzamenti non solo tra gli addetti ai lavori, per l’efficacia dei percorsi formativi ma anche tra gli operatori nel mondo del lavoro.”

Foto 4

Foto 4: gli studenti finalisti pugliesi durante il workshop coordinato dagli ing. Sirio Vurro e Joe Petillon, ai lati della foto.

 

Foto 5

Foto 5: la folta delegazione del Majorana presente alla premiazione.